l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
Daniela chiede:

Non riesco a entrare in sintonia con mia figlia

D: Salve, vi scrivo perché sto passando un momento un po’ strano della mia vita.  Ho 25 anni, convivo da sei e ho un rapporto bellissimo con il mio partner, abbiamo desiderato tanto un bambino che, dopo un anno di tentativi, finalmente è arrivato… ho vissuto una gravidanza bellissima, ho continuato a lavorare fino al giorno prima che nascesse mia figlia, a fine gennaio. Vivo a Firenze con mio marito, i miei vivono a 1000 km di distanza, mia madre è venuta a darmi una mano per il primo mese ma da qualche giorno è andata via. Il giorno dopo essere rientrata dall’ospedale ho iniziato ad accusare un malessere a livello fisico di svuotamento e spossatezza, ma soprattutto psicologico: mi sentivo piccola in una casa grande e vedevo la bimba in un ambiente che fino pochi giorni prima era mio e di mio marito… mi sentivo a disagio a causa della nuova situazione e scoppiavo a piangere pensando al giorno che mia mamma sarebbe andata via e io sarei rimasta sola a casa… è iniziato a mancarmi il mio lavoro, avrei voluto subito rientrare nella mia vecchia vita, invece mi sono ritrovata a stare a casa ferma e apatica e a non poter uscire. Sto allattando io la mia bimba, che quindi dipende al 100% da me e sta ore e ore a mangiare e io non ho ristoro… adesso sono rimasta da sola con lei e non ho voglia di fare nulla, vorrei uscire, ritornare a lavorare nel mio negozio e in tutto questo mi sento in colpa perché così facendo è come se dessi la colpa di tutto ciò alla mia bimba tanto desiderata con cui non riesco ad avere un rapporto completo: non riesco a parlarci più di tanto e credo di non esserci entrata in sintonia. C’è da dire che anche quando stava nella pancia la sentivo pochissimo e non ci parlavo mai, forse avrei dovuto iniziare da allora a instaurare un rapporto? La cosa che mi sbalordisce è che immaginavo di essere una mamma diversa, più attaccata a mia figlia, invece mi accorgo di non esserlo… mi sono sempre ripromessa di non fare l’errore che ha fatto mia mamma con me, vale a dire un mancato rapporto di sintonia e confidenza, arrivate dopo e non del tutto. Adesso mi viene da piangere all’improvviso, non mi va di mangiare mentre prima adoravo cucinare e mi rilassava. Adesso, invece,  mi da tristezza e non mi va di curarmi ,non mi riconosco più. Aiuto! Sono veramente in crisi.

R: Cara Daniela, la maggior parte delle donne, al rientro a casa dall’ospedale, accusa il senso di disagio sia fisico che psicologico a cui lei fa riferimento. Questo è in parte dovuto alla caduta del picco ormonale che caratterizza la gravidanza e in parte può essere ricondotto alla fatica che la cura di bambino richiede alla madre e alla necessità che questa riorganizzi la propria vita in funzione del piccolo. La sua sensazione in merito alla nostalgia della sua vita passata è anch’essa molto comune. La nascita di un bambino comporta infatti molti cambiamenti nella vita della donna che si trova spesso ed improvvisamente ad essere solo madre e ad annullare tutto ciò che prima era presente. Occorre darsi tempo per ritrovare nuovi equilibri. Occorre inoltre preservare degli spazi, per quanto limitati, di vita propria che non riguardino la maternità ma la relazione con il partner, con gli amici e con i propri interessi di prima. Questo infatti le consente di avere più risorse da destinare alla relazione con la bambina. Non abbia fretta e paura di non essere in sintonia con la sua bambina: la relazione si costruisce con il tempo. In ogni caso qualche colloquio psicologico potrebbe esserle utile per parlare delle sue difficoltà e poter stare quindi meglio. Cari saluti, Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: