home | esperto risponde | gravidanza | Aspetto una...
l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
Lorna chiede:

Aspetto una bambina ma ho paura di non farcela

D: … 35 anni e mai, poi mai, avrei creduto o pensato di trovarmi ad essere così profondamente triste, in un periodo … eppure eccomi qua a cercare di capirei di capirmi per non impazzire… Sono rimasta incinta mentre vivevi una storia d’ amore bellissima, che si è interrotta a Pasqua dopo la notizia della gravidanza, lui non la voleva, non l’ha accettata e per questo mi ha letteralmente abbandonata… io ho raccolto tutte le forze che avevo sono tornata da mia madre (si può immaginare lo scandalo, vivendo al sud per la mia famiglia) e sto cercando da aprile di tirarmi su, in attesa che la mia vita cambi per sempre con la nascita del mio amore (sono alla 28esima settimana ed è una femminuccia) ma è difficile tanto, troppo, mi sento sola, fallita, una buona a nulla e alla minima occasione ovviamente i miei, che per quanto cari possono essere ed essere stati, sono pronti a fare frecciatine che mi feriscono a morte…  senza mezzi termini… ho paura di andar fuori di testa, di non farcela, sono molto credente e prego molto, la mia fede mi ha dato una grande mano finora, ma mi sono resa conto che molte volte nelle mie preghiere chiedo di morire… o forse una parte di me è già morta… ed io non la trovo più per questo! Credo di aver bisogno di aiuto. Grazie di cuore!

R: Cara Lorna, l’arrivo di un bambino scatena di per sé sentimenti forti e a volte contrastanti che non si immaginava di poter provare. Inoltre, durante ogni gravidanza si devono affrontare cambiamenti importanti contemporaneamente, come il diventare mamma, la relazione con il partner, la relazione con i genitori. E quando ci si trova a fare i conti con situazioni familiari difficili, non prevedibili né immaginabili, il tutto diventa un po’ più complicato e stressante. E’ necessario però rendersi conto che tutto questo può succedere nella realtà e che l’immagine della gravidanza come “periodo che per la donna dev’essere di gioia immensa e coccole” come dice lei, spesso è solo uno stereotipo che la nostra società propone. E’ legittimo esprimere le proprie difficoltà e paure e chiedere aiuto per poter affrontare al meglio tutti questi cambiamenti, in cui può sentire di “perdere” una parte di sé ma in cui si percepisce anche tutta la vitalità di una parte nuova. Le consiglio di rivolgersi ad uno psicologo per approfondire queste tematiche. Un caro saluto, O.N.Da – Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: