home | esperto risponde | gravidanza | Come posso...
l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
Floriana chiede:

Come posso evitare di incorrere negli errori della prima gravidanza?

D: Salve, sono al sesto mese della mia seconda gravidanza. Dopo il primo parto avvenuto due anni fa ho sofferto di depressione post parto durata circa sei mesi. Per guarire ho utilizzato anti-depressivi e sto tuttora facendo sedute di psicoterapia. Le cause della mia depressione sono state: in primis, perdita di mia madre avvenuta quando avevo sette anni, anche se poi mio padre si è risposato quando ne avevo 14 e vado molto d’accordo con la sua seconda moglie; gravidanza passata interamente a casa per problemi vari; parto piuttosto doloroso, perché il bimbo lo hanno tirato con la ventosa a causa di un braccio che aveva associato sulla testa e non riusciva a uscire; poca presenza di latte, che mi ha fatto stare sveglia di continuo per i primi dodici giorni di vita del bambino. Ora sto bene, la seconda gravidanza finora non mi ha dato alcun problema, però continuo ad avere paura di soffrire di nuovo, come la prima volta. Per giorni mi svegliavo con conati di vomito e non ero in grado di accudire mio figlio fino alla sera quando cominciavo a sentirmi meglio. Cosa posso fare per evitare recidive? Le paure che ora mi assalgono sono il dolore del parto, la paura di scegliere un ospedale sbagliato dove partorire. Non so quanto questo possa considerarsi ancora fisiologico o rappresenta già un primo segnale di una seconda depressione. Cosa posso fare per evitare di incorrere negli stessi errori? Resto in attesa di una vostra risposta, grazie mille.

R: Cara Floriana, può essere fisiologico provare delle paure rispetto ad un periodo, come quello della gravidanza e del post-partum, che già una volta si è vissuto con disagio. E’ anche vero però che ogni gravidanza e ogni post-partum è a sé: si tratta di un’esperienza unica e irripetibile, per cui non è detto che oggi riviva questo peirodo con le stesse modalità e le stesse difficoltà avute con il primo figlio. Lei stessa dice che questa seconda gravidanza non le sta dando alcun prolema. Inoltre, continuando a seguire una psicoterapia, oltre a poter esprimere e comprendere le sue paure, sta facendo un’opera di prevenzione al disagio psicologico molto importante. Continui così! O.N.Da – Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: