home | esperto risponde | gravidanza | Quanto...
l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
Gilda chiede:

Quanto puo’ durare la depressione post-partum?

D: Ho avuto una bimba alla fine del 2011,dopo circa una mese ho iniziato ad avere i primi sintomi, come la paura di rimanere da sola con la bimba, affanno e angoscia soprattutto la sera. Ero anche molto stanca perché la bimba non dormiva la notte e questo mi ha portato ad avere problemi fisici alla salute, che non hanno fatto altro che peggiorare questa forma di depressione. Ormai non avevo più nessun interesse, nessuna voglia di uscire, non coltivavo più hobbies, ero molto nervosa, non mi piacevo più, invidiavo le altre mamme che si dimostravano felici e spensierate. Nonostante le cose siano migliorate con la ripresa lavorativa, ho notato che non ne sono mai uscita completamente. Non sono tornata la persona che ero. Ho tanta malinconia della “vecchia io”. Effettivamente mi capita spesso di avere pensieri negativi per il futuro e sono diventata molto attenta alla mia salute, tanto che mi sembra di scoprire sempre dei nuovi, seppur piccoli, disturbi, che magari prima non notavo. Questa forma di depressione è capitata con la seconda bimba, mentre con il primo parto tutto era filato liscio, potrebbe essere stato dovuto al fatto che con il secondo figlio la stanchezza è maggiore, oltre al fatto delle “notti in bianco”?

R: Lo spettro depressivo nel post-partum è determinato da diversi fattori che, combinati insieme, caratterizzano il singolo caso. Forse nel suo, come dice lei, hanno anche giocato una stanchezza maggiore e le notti passate in bianco, elementi che non si erano presentati dopo il primo parto. La durata di questi stati è variabile, ma gli studi sostengono che per essere collegabili al post- parto i sintomi si devono manifestare entro due anni dal parto. La sua sintomatologia è iniziata nel periodo dopo la nascita della bimba, ma ora il malessere che vive, le preoccupazioni per il futuro e le ansie legate alla salute, non possono più essere legate a quell’evento. Se mai, sono da rintracciare in un ambito più generale e più personale, probabilmente anche rispetto al significato dell’essere donna e dell’essere madre. In questo momento, sarebbe importante per lei rivolgersi ad uno psicoterapeuta per affrontare queste tematiche. Cari saluti,  ONDa – Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: