l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
E. chiede:

Mi sento una pessima madre

D: Buongiorno, sono una ragazza di 28 anni, mia figlia ha quattro mesi e mi sento molto sola e spaesata.
La gravidanza è stata cercata, ma pensavamo ci volessero mesi invece al primo tentativo è arrivata.
Il mio compagno era felicissimo, io, invece, ero felice sì ma anche scioccata e mi sentivo impreparata.
La gravidanza è proseguita bene a parte qualche problema tiroideo nel primo trimestre che mi ha fatto abbastanza dannare. Inoltre la situazione famigliare dei miei genitori non era delle migliori a causa di alcuni problemi economici e questo mi dava grande preoccupazione e malessere.
La bimba è nata a termine, bella e in salute.
Le prime settimane sono state idilliache anche se senza sonno e con i ritmi serrati dell’allattamento al seno. I primi tempi mia madre mi ha dato una grande mano e anche il mio compagno, anzi ammetto che molte volte preferivo delegare a loro l’accudimento di mia figlia.
Poco dopo è iniziato il delirio: la bimba ha iniziato a piangere non si sa se per coliche o altro e io mi sentivo sempre più sperduta. Le cose poi sono degenerate per me. Anche ora la sola idea di rimanere sola con lei per tutto il giorno mi fa impazzire. Non vedo l’ora arrivino i nonni o il mio compagno perchè sono sempre stanca, triste, depressa. Anche uscire di giorno mi rende nervosa perchè la bimba piange e si agita nel passeggino e mi sembra che tutti mi guardino male.
Piango spesso e volentieri e ci sono giornate in cui non mi alzerei mai dal letto. Se sono sola sto in casa tutto il giorno, conosco poche persone perche abito nel paese d’origine del mio compagno. Anche i miei genitori non capiscono, non capiscono che sto così non per capriccio ma perche è come se sotto di me ci fosse un buco nero che mi risucchia le energie e io non so più che fare. Il mio compagno a volte lo odio, l’unica cosa che sa dirmi è che non mi capisce e che sono fortunata e non dovrei lamentarmi.
Mi sento una pessima madre e a volte penso che mia figlia starebbe meglio senza di me.
Grazie per l’ascolto.

R: Cara E., contatti uno psicologo per parlare di questo suo stato d’animo, che non va sottovalutato perché potrebbe anche peggiorare e intaccare la sua salute e il rapporto con la bambina e con il suo compagno. Forse dovrebbe occuparsi di che cosa significa per lei essere diventata madre e cosa le crea questa sofferenza. Per affrontare questi temi ci vuole coraggio e impegno: così dimostrerebbe a se stessa di non essere la pessima madre che pensa. Cari saluti, Onda

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: