l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
S. chiede:

Come posso liberarmi dalla fobia che mi sta assalendo?

D: Buongiorno, sono mamma di un piccolino di quasi tre mesi. Tutto in gravidanza é andato molto bene e anche il parto si é svolto senza problemi. I primi giorni a casa dopo la nascita di L sono stati difficili perché allattando in modo esclusivo non avevo un minimo di “libertà” nei confronti del piccolo e le notti passate in bianco sono state un incubo. Piano piano tutto procede e decido anche di introdurre il biberon che il Piccolo accetta molto bene. Da alcune settimane le notti si svolgono discretamente bene con un risveglio solo nella notte intorno alle quattro e addirittura da una settimana il mio bimbo dorme anche 8-9 ore di fila senza svegliarsi. Visto che avevo il timore del sonno dopo le prime settimane e sentendo anche alcune esperienze di genitori che hanno fatto mesi con le notti in bianco adesso dovrei essere felicissima che il mio piccolo dorme bene e che anche io potrei riposarmi a dovete per affrontare la giornata con lui. Eppure nell’ultima settimana ho avuto quattro notti in bianco continuando a lottare con le coperte, la tachicardia, ogni due minuti alzarsi per urinare un goccio e niente più. Stanotte ho preso su a prescrizione del medico di guardia 30 mg di un sonnifero che mi hanno effetto dopo ore e ho trovato un po’ di riposo dopo tre notti consecutive in bianco. Ora mi chiedo come posso liberarmi dalla fobia che mi sta assalendo ogni volta che mi butto a letto per dormire? Come posso mettermi in testa che ho dormito tutta la vita e che addormentarmi non é altro che un gesto naturalissimo? Attendo una sua risposta ringraziandola molto.

Cara S., è probabile che la difficoltà ad addormentarsi, o addirittura la “fobia” come dice lei, sia un segnale di ansia. Dovrebbe contattare uno psicologo per parlare di come si sente e di quello che la preoccupa in questo momento. Capire con un esperto cosa le sta succedendo è il modo per uscire da questo stato di malessere. Cari saluti, Onda

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: