l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
chiede:

Vorrei riuscire a riprendere i miei spazi

D: Ho avuto una gravidanza buona, stancante, perché era la seconda gravidanza e ho già una bimba di quasi tre anni, ma tutto sommato buona. A differenza del parto, disastroso, oltre termine, difficilissimo anche per incompetenza medica. Mio figlio rianimato e ricoverato in Utin per 10 giorni. I primi giorni post parto ero triste per la situazione di mio figlio, tornati a casa la situazione è andata migliorando. Dopo vari controlli lui sta bene, adesso dopo 3 mesi sto male io. Quasi ogni notte sogno il mio parto disastroso, ogni giorno penso di non riuscire a gestire più due bambini da sola, litigo con mio marito per la sua assenza (per lavoro), e non vedo via d’uscita.
Piango spesso e con mio marito sono molto distante, tra la gente riesco a gestire il mio malessere, ma tornando a casa da sola crollo. Non riesco a lavorare (essendo libera professionista non mi sono mai fermata), e vorrei scappare.
Vorrei riuscire a riprendere i miei spazi, ma non ho come fare e nessuno che mi aiuti.
Ho pensato di partire da sola, ho avanzato l’idea a mio marito e mi ha preso per pazza, per ragioni organizzative (bambini, lavoro…). Io non ce la faccio più. Razionalmente sono consapevole si essere in piena fase depressione post partum, ma non so come uscirne.

R: Cara Aurora, potrebbe consultare uno psicoterapeuta per affrontare il trauma del parto che ha vissuto in modo così pesante. Potrebbe anche proporre a suo marito degli incontri insieme, per parlare con un esperto del vostro legame e delle difficoltà che state vivendo in questo periodo. Come idea, può essere positivo il prendersi degli spazi personali, ma attenzione a non chiudersi in una solitudine da cui potrebbe essere faticoso uscire. La strada della condivisione è in apparenza più dura, ma permette maggiori benefici a lungo termine, rispetto per esempio al trovare una dimensione di coppia genitoriale che si occupa dei figli insieme. Cari saluti, Onda

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: