l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
L. chiede:

Ho bisogno di svago ma non voglio separarmi da mio figlio

D: Salve, ho 20 anni e un figlio di due mesi e da quando il mio bambino è nato il mio rapporto col mio compagno è cambiato. Lui esce e sta fuori per ore e purtroppo io non ho amici qui nei paraggi e anche se li avessi non potrei uscire col mio bambino e non mi sento assolutamente di lasciarlo con nessuno. Provo rabbia perché da una parte ho bisogno di svagarmi dato che sono sempre a casa col bambino e lui esce tranquilla mente tornando anche un po’ storto la notte…dall’altra ho questo attaccamento per mio figlio che mi impedisce di staccarmi. Sono sicura che lui stia bene solo con me, non voglio che venga educato da altri e soprattutto l’idea di lasciarlo con altri anche solo mezz’ora mi fa sentire una madre snaturata. Il problema è che arrivo a sera con un peso sul petto , il magone e litigo col mio compagno minando la nostra famiglia in via di formazione. Ho bisogno di aiuto perché ho paura che presto la situazione diverrà insostenibile ma spero sia una fase. Grazie dell’aiuto.

R: Cara L., come dice lei, quello che sta vivendo in questo momento potrebbe essere una fase, dato che il suo bimbo ha solo due mesi, dunque deve forse ancora trovare un equilibrio in questa nuova situazione. E’ naturale provare l’attaccamento che descrive e il desiderio di stare con il suo bimbo, soprattutto in queste prime fasi. Forse il suo compagno si sente più libero e può continuare più facilmente la vita di prima, anche rispetto alle uscite serali. Il consiglio è di parlarne con lui e di ritagliarvi dei momenti in cui poter uscire tutti e tre insieme. Anche questi momenti all’inizio aiutano perchè fanno ritrovare piano piano un’abitudine, in cui viene inserito il piccolo. Con il tempo, magari riuscirà anche ad affidare il suo bimbo a qualcuno e a regalarsi qualche ora per se stessa. Intanto ne parli con il suo compagno, per affrontare insieme questo passaggio alla genitorialità. Cari saluti, Onda

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: