l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
C. chiede:

E se davvero non fossi una brava madre?

D: Salve sono la mamma di una bimba di un mese. Purtroppo fin da subito non sono stata bene: ho subito un cesareo d’urgenza e mia figlia è stata una settimana in neonatologia in culla termica. Per 16 ore non l’ho potuta vedere ed è stato devastante, piangevo sempre. Poi l’Arrivo a casa e mi sembrava di stare meglio. Purtroppo a un mese sono qui che piango, non riesco a godere di momenti felici, mi sento inadatta e non una brava madre. Di latte ho fatto fatica a farlo venire con tanti sforzi e ne ho anche poco perché la bimba non aveva forza e ora vedo che non le fa bene perché non è tranquilla: non dorme e ha fame poi sonno. Insomma un cane che si morde la coda. Abbiamo deciso di passare all’artificiale. So che è meglio per lei ma io mi sento uno schifo come madre… Sarà giusto? Ho mille ansie e mi sento insicura.  E se davvero non fossi una brava madre? Vorrei un consiglio, non vorrei cadere in depressione ma mi sento giù. .Come posso fare? Grazie mille

R: Cara C., diventare madri comporta un cambiamento di vita non solo esaltante ma anche pieno di incognite e di problematicità difficilmente prevedibili per complessità, tipologia ed intensità. Più del 50% delle mamme provano, nelle ore e nei giorni immediatamente successivi al parto, uno stato di esaurimento psico-fisico, di irritabilità e tristezza. Questa codizione viene definita generalmente come Maternity Blues o “tristezza da parto”. Non si tratta di un disturbo vero e proprio bensì di una reazione quasi fisiologica che non richiede alcun trattamento. Solitamente questa condizione si risolve entro due settimane. Nel suo caso sembrerebbe essersi prolungata più del dovuto, probabilmente in conseguenze delle difficoltà riscontrate durante e dopo il parto. Per questo motivo le consiglio di rivolgersi ad un professionista della salute mentale che la aiuti a superare questo momento, in modo tale poi, da poter cominciare a godersi le gioie del diventare mamma. Cari saluti, Onda

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: