l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
L. chiede:

Ho bisogno di aiuto

D: Il mio bimbo ha 1 mese e 1 settimana, sono in casa da sola tutta la giornata: a volte solo con il neonato, a volte con anche l’altro bambino di 5 anni. All’epoca della sua nascita ho sofferto di depressione, aggravata dal fatto che lui ha sofferto di reflusso.
Gestire un neonato che piange sempre e a cui devi somministrare medicinali tutto da sola è stato un incubo.
L’unica persona che mi sostiene è mio marito, mentre mia madre che abita nell’appartamento sopra al mio fa la gnorri anche se proprio mio marito le ha chiesto apertamente di essermi vicina. Cosa posso fare?

R: Cara L., soprattutto nei primi mesi di vita del bambino, una mamma ha bisogno di aiuto, sia da un punto di vista di sostegno psicologico, sia da un punto di vista prettamente pratico. Non si può pensare di poter fare tutto da sole ancor di più se i figli da accudire sono due. La nascita di un secondo figlio rappresenta sempre per la madre un’avventura diversa e impegnativa, e seppur comporti, solitamente, meno trasformazioni e difficoltà della prima non ricalca assolutamente il percorso precedente, poichè si verificano spesso condizioni nuove che non sempre sono facilitanti. Non è da dimenticare, inoltre, che la seconda nascita si affronta in tre: accanto ai genitori c’è anche il primo figlio, che partecipa personalmente ai cambiamenti che coinvolgono la sua famiglia aumentando così il carico di responsabilità da parte della mamma. Per tale motivo, se non ti è possibile ricorrere all’aiuto dei nonni, potresti prendere seriamente in considerazione di assumere una tata che ti affianchi, anche solo per qualche ora, nelle cure dei tuoi figli, permettendoti così di ritagliarti anche qualche momento per “riprendere fiato”. Non avere paura di chiedere aiuto anche ad un professionista di salute mentale qualora sentissi di non riuscire più a fronteggiare la situazione. Cari saluti, Onda.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: