l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
M. chiede:

Non abbiamo più rapporti

D: Buondì, siamo genitori di un bimbo di 3 anni e un apoccolina di 9 mesi.
Sposati da 5, nessuna incomprensione e nessun problema (apparente) di comunicazione.
Ambedue i parti sono stati naturali e con sofferenze normali, nessuna complicazione e nessun problema di latte materno: direi tutto perfetto.
Unico problema il rapporto sessuale e il contatto fisico/romantico tra me e mia moglie.
Se prima ad ogni mio rientro a casa c’era un bacio di benvenuto, un bacio della buonanotte o un semplice messaggino d’affetto, ora niente di tutto ciò. Solo ed esclusivamente discorsi inerente i bimbi e la loro gestione NORMALE tra asilo e pediatra ecc ecc. non abbiamo nessun problema economico, unico problema è il fisico di mia moglie che a detta sua, è un pochino rotonda (la realtà è che è pigra e se ha messo su 4 kg è tanto).
I miei tentativi di dialogo e di approccio sul fronte sentimentale e sessuale sono stati bloccati con una affermazione:
Io ti amo, oggi ho tutto e sono serenissima ma l’idea di fare sesso mi fa schifo, ho un rigetto!
Allora io, da uomo bastonato mi sono messo subito in discussione e ho domandato: forse sono io che non ti piaccio più? Desideri altro, non ti provoco più desiderio?
Lei semplicemente mi ha detto: no, non sei tu o altro, semplicemente quella parte di me non c’è più, non ne ho più bisogno.
Straziante. Io non faccio altro che pensarci e chiedermi perché a 36 anni io e 34 mia moglie non ci ritroviamo più nella sfera emotiva.
Grazie

R: Caro M., per cominciare vorrei ringraziarti per aver condiviso un tema così delicato, ma soprattutto così frequente. Non sempre è facile esporsi e chiedere aiuto, ancor più quando l’argomento in questione è principalmente legato all’identità di uomo all’interno della coppia.
La presenza di un figlio, già nel periodo della gravidanza, irrompe nella vita di coppia modificandone significativamente gli equilibri. Nel tuo caso, seppur si tratti di una seconda gravidanza, la seconda nascita ha riattivato in tua moglie tutta una serie di istinti materni che dirigono la sua attenzione principalmente verso la bimba oltre che verso il fratellino più grande, che assolutamente non deve essere trascurato. Non è infrequente, nè strano che l’uomo si senta abbandonato dalla donna. Per tale ragione, è importante che uomo e donna riescano a trovare il proprio modo di far coesistere il rapporto di coppia con i nuovi compiti genitoriali, sforzandosi sempre di affrontare le incomprensioni parlandone. Ti consiglio inoltre di cercare di ritagliare degli spazi solo per voi stessi ricorrendo anche all’aiuto di una nonna, se possibile, o se no anche di una tata. Se saprai aspettare e rispettare il sentimento materno che ora abita tua moglie, ben presto tornerà spontaneamente alla sua condizione di donna. Cari saluti, Onda.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: