l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
G. chiede:

Sto per crollare

D: Buonasera, vi scrivo perché sento che sto per crollare. Ho 37 anni sono mamma di due figli, uno ha 15 anni , il secondo 3 e sono al sesto mese di una gravidanza gemellare .
È da circa un mese che dormo male e dieci giorni che praticamente mi farò al massimo 4/5 ore se va bene. Ho crisi di pianto in continuazione e tachicardia secondo me dovuta ad attacchi di ansia.
Non ho nessuno con cui posso dire realmente quello che mi succede per vari motivi, diciamo che cerco di mantenerle un minimo di facciata per i miei figli e per evitare di pesare troppo sul mio compagno. A dir la verità non ero straconvinta di avere un altro figlio ma poi abbiamo di averne un altro ed invece sono ne sono arrivati due. Quando l’ho saputo mi è preso un colpo, non me l’aspettavo. Ovviamente lui è stato felicissimo e minimizza tutte le difficoltà che avrò / avremo in futuro. Io ne sono felice perché razionalmente(quando riesco ad esserlo) so che è un evento straordinario e che avrò una vita sempre piena, ma più vado avanti con la gravidanza più mi sento braccata. Non so più come uscirne…per fare un esempio mi sento come se mi stessi rompendo. Tipo quei vetri.che vanno in mille pezzi. Non so neanche perché ho scritto, non ho idea di cosa si possa fare in concreto per aiutarmi.
Preciso inoltre che ho sempre sofferto di disturbi del sonno e di ansia anche se non mi sono mai curata per questi disturbi se non per un periodo molto breve un po’di anni fa.
Ci sarebbero un milione di altre cose da dire ma direi che per ora è sufficiente così.
Vi ringrazio per la disponibilità e per i vostri consigli.
Buonanotte

R: Cara G., bisogna innanzitutto riconoscere che la tua situazione non è di facile gestione, in quanto richiede molto impegno e soprattutto molta energia. Cercare di fare tutto da sola è fisiologicamente impensabile. Per tale motivo, ritengo che l’aiuto di cui tu hai bisogno sia in primo luogo un aiuto concreto, possibilmente da parte di familiari, quando possibile, oppure di una tata, per permetterti così di dedicare il giusto tempo ad ogni cosa senza venirne sopraffatta. In secondo luogo avresti bisogno di gestire la tua sintomatologia ansioso-depressiva con l’aiuto di un professionista della salute mentale che possa tenere monitorata la tua condizione con frequenza e costanza. In conclusione, ricordati inoltre che prima di tutto è importante dar voce ai propri sentimenti e non farli tacere. Cari saluti, Onda.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: