home | esperto risponde | gravidanza | Quando...
l\'esperto risponde
In questa sezione potete rivolgere le vostre domande a vari specialisti. Le risposte saranno pubbliche, ma garantiremo l´anonimato cambiando nomi e situazioni. Le risposte complete degli specialisti arriveranno anche direttamente a voi nella vostra casella mail.

fai la tua domanda
G. chiede:

Quando uscirò da questa gabbia sarò la stessa?

D: Sono arrivata all’ottavo mese di una gravidanza su cui avevo delle grandiose aspettative che si sono rivelate tutt’altro che veritiere. La società, la famiglia, il partner si sono rivelati tutt’altro che sensibili, discreti, emotivamente partecipativi.
Mi aspettavo di essere coccolata e al centro delle attenzioni di tutti, invece  per varie vicende ho subito, sin da subito, privazioni di tutti i tipi (alimentari, sessuali, emotive) e persino giudizi gratuiti sul mio corpo da parte di estranei da cui nessuno dei miei cari mi ha difesa. Mi sento come un animale selvatico messo in una gabbia e privato di tutto e bastonato. Quando  uscirò da questa gabbia sarò la stessa? Sto incominciando a pensare di dovermi separare da mio marito perchè è stato quello che in assoluto ha avuto le carenze maggiori nei miei confronti e mi ha destabilizzata così profondamente che non so più se lo amo ancora. Non abbiamo rapporti da 8 mesi, tutte le volte mi ha rifiutato e non ha mai e dico mai provato il desiderio di fare qualsiasi attività collaterale; ci abbiamo provato su consiglio del ginecologo ed è andata un disastro. Cosa mi consiglia di fare?

R: Cara G., le aspettative che la gravidanza porta con sè coinvolgono inevitabilmente tutti i familiari non solo la futura mamma. L’arrivo di un figlio comporta un cambiamento di vita non solo esaltante ma anche pieno di incognite e di problematicità difficilmente prevedibili per complessità, tipologia ed intensità e per tale motivo può spaventare anche chi non è coinvolto direttamente. Sei praticamente arrivata al termine della gestazione e stai per iniziare un nuova fase di vita che già di per sè è delicata. Il supporto da parte dei tuoi familiari risulterà essere indispensabile specialmente dopo il parto. Prima di prendere decisioni affrettate ti consiglierei di portare a termine il periodo gestazionale con serenità ed aspettare la successione degli eventi. Nel frattempo prova a prendere in considerazione l’idea di fare qualche colloquio psicologico a finalità supportiva per renderti più chiara la situazione. Cari saluti, Onda.

Vota:
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Caricamento ... Caricamento ...
top
IL FORUM


Condividi con la nostra community di mamme i tuoi problemi!

TROVA AIUTO

Seleziona la tua regione: