l'esperto rispondePost Partum

Ansia e stanchezza: niente latte materno.

D: Il mio bimbo ha 1 mese e mezzo e non ho tanto latte, vorrei sapere se la causa puo essere l’ansia. Ho avuto un parto naturale dopo 18 lunghe ore di contrazioni senza prendere nessun anestetico.  Due ore dopo che avevo partorito, mio marito ha insistito perche andassimo a casa (sono all’estero, non ho assicurazione medica e mi avrebbero fatto pagaro altri 1000 euro per stare li anche di notte). Io però volevo dormire almeno un’ora e stare li la notte, ma mi hanno costretta ad alzarmi e ad andare a casa. E’ stato un trauma, non mi sono mai riposata neanche un minuto a casa ed ero in piedi a cambiare il bimbo da sola con mio marito, la mia famiglia é in un altro paese e non ho nessun aiuto a parte sua. Il bimbo aveva tanta fame ma mia madre mi aveva detto di seguire una scaletta dargli ogni 3 ore cosi l’ho allattato una volta e poi mi sono addormentata perche ero esausta e mi sono svegliata dopo 4 ore. I giorni seguenti li ho passati a provare ad allattare ma il quarto giorno abbiamo iniziato il supplemento di artificiale perche il bimbo nom faceva abbastanza pipi e aveva perso troppo peso. Dal secondo giorno, mio marito sembrava caduto in depressione post parto, mi urlava per cose futili facendomi piangere. Io volevo mangiare leggero ma lui si ostinava a preparare cose grasse ma veloci, così i primi giorni ho mangiato davvero poco. Questa prima settimana lui è stato ansioso e intrusivo con il bimbo come se non si fidasse di me e questo mi incuteva paura nel prendermi cura del bimbo perche poteva scattare un litigio per ogni cosa. Ancora oggi mi critica sempre per ogni cosa, non sono tranquilla, mi chiedo se questa ansia causata da lui e il fatto che non ho mai riposato dopo il parto sia la causa del fatto che non produco latte. Mio marito é meno intrusivo e si fida di piu ma é comunque stressante “come una suocera”. Qui all’estero sono da sola , non ho nessuno a parte mio marito, anche se a volte vorrei che tornasse a lavoro per fare un po’ le cose a modo mio. Dite che mi puo ancora venire il latte, o é troppo tardi?
R: Cara Raffaella, è molto probabile che lo stress del parto e della mancanza di riposo, la stanchezza dei primi giorni, il mangiare poco e tutta l’ansia che si è scatenata nel rapporto con suo marito e per il fatto di essere sola, abbiano portato ad una diminuzione del latte. Se trovasse il modo di calmare questa ansia e ritrovare un po’ di serenità, potrebbe provare ancora ad allattare, ricordando però che la possibilità di allattare al seno non deve diventare anch’essa fonte di ansia, poiché si può creare una buona relazione con il bimbo anche con l’allattamento artificiale. Il consiglio è quello di attivarsi il prima possibile per chiedere aiuto, a qualche associazione sul territorio, a uno psicologo se riesce, o a centri che si occupano di maternità o di bambini, perché può essere un buon modo per conoscere nuove mamme come lei. Anche mantenere contatti telefonici con parenti e amici dall’Italia può contribuire a creare quel supporto di cui ora a bisogno. Cari salut, O.N.Da – Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna.

15 Ottobre 2013

TI POTREBBE ANCHE
INTERESSARE