Gravidanzal'esperto risponde

Antidepressivi in gravidanza: possibile?

D: Buongiorno, nell’ottica della programmazione di una gravidanza ho sospeso, dopo un paio di anni un farmaco a base di sertralina cloridrato (50mg) per sindrome ansioso- depressiva, con beneficio. A distanza di un paio di mesi dalla sospensione sono ricomparsi apatia, anedonia, facile affaticabilitá oltre che ansia…diminuendo il desiderio stesso di gravidanza..ma proprio perché tutto avvolto da alone grigio…Mi chiedo il senso. Grazie in anticipo.
R: Oggi, in alcuni casi, è possibile continuare una terapia farmacologica iniziata prima della gravidanza, per problematiche ansioso-depressive. Si considera infatti che gli effetti di tale sintomatologia potrebbero essere più negativi sul feto degli effetti del farmaco, per esempio in termini di maggior produzione dell’ormone dello stress o rispetto all’assunzione di condotte non salutari da parte della donna (come fumo, dieta non salutare, poco interesse riguardo alle visite da effettuare durante la gestazione, ecc.). Si consulti con il medico che la seguiva, per capire insieme se c’è la possibilità di continuare la terapia farmacologica o almeno modificarla. Cari saluti, ONDa – Osservatorio Nazionale sulla slaute della Donna.

4 Luglio 2014

TI POTREBBE ANCHE
INTERESSARE