Gravidanzal'esperto risponde

Mi chiedo se soffrirò di depressione post partum

R: Sono Federica, una ragazza di 31 anni. aspetto Mattia che nascerà a settembre. Nel 2009 ho sofferto di attacchi di panico ma nel giro di un anno sono stata molto meglio, anzi devo dire proprio bene. Avevo ripreso in mano la mia vita e di nuovo ero felice, provavo piacere anche nelle piccole cose. Mi sentivo rinata e per la prima volta nella mia vita davvero felice. Mancava  un figlio (mi sono sposata ad agosto 2010). Sono insegnante di sostegno e i bambini sono la mia vita.  Grazie a Dio sono rimasta incinta a dicembre, i primi mesi tutto bene ma mi pesava un po’ stare a casa per via della maternità a rischio.
Purtroppo verso il quinto mese e mezzo la situazione è peggiorata: attacchi di panico con episodi depressivi. Pensavo fosse finita per me, che mi avrebbero messo in qualche clinica e mi avrebbero tolto il mio cucciolo una  volta nato. Ero a pezzi ma ciò che mi buttava giù era ed è anche se meno invalidante ora, una forma di claustofobia verso il mio mio corpo, la paura della morte che faceva e a volte fa perdere senso alle cose che faccio. Mi sentivo imprigionata nel mio corpo e questo mi faceva pensare che ero o comuque stavo diventando pazza. Ero a pezzi e mi rendevo conto di amplificare tutto (una cosa simile mi succedeva prima del ciclo, certo molto meno).
Mi sono rivolta ad uno psichiatra bravissimo che mi ha aiutato, nel giro di un mese sto meglio, con le mie ricadute naturalmente. Lui mi ha sempre detto che il mio è un problema di ansia, non proprio di depressione, e che oltre che dal mio vissuto tutto è amplificato dallo stato ormonale che passerà e in parte è già passato. Ora lui è in ferie ed io ho paura di fare dei passi indietro, ho il suo tel ma non vorrei chiamarlo perché vorrei farcela da sola. Ho dimenticato di dire che da un mese prendo dieci gocce di dropaxn ma il 15 di agosto lo interromperò.
Lei pensa che uscirò da questa situazione? Soffrirò anche di depressione post-partum? Il mio bambino può aver riportato problemi a causa del mio stato di ansia? Grazie, mi auguro e attendo una sua risposta sperando che sia di incoraggiamento alla mia guarigione ma nello stesso tempo obiettiva.
R: Cara Federica, non è possibile dire ora se, dopo la nascita del bambino, soffrirà o meno di depressione post-partum poiché esistono molti e diversificati fattori che si combinano insieme. Il fatto che lei si sia rivolta spontaneamente ad uno specialista dimostra sicuramente la sua capacità di riconoscere il suo stato di malessere e di prendersene cura, sia per lei che per la sua famiglia. Questo è di sicuro un fattore positivo molto importante poiché dimostra che in lei sono presenti delle risorse che possono aiutarla favorevolmente nel cambiamento. Inoltre il fatto stesso di essere seguita da uno specialista le consente di poter monitorare più attentamente il suo stato di benessere/malessere e di intervenire prima e con conseguenze più positive, a differenza delle donne che non hanno un medico che le aiuti in tal senso. Mantenga quindi un contatto continuo e costante con il suo psichiatra anche durante i mesi del post-partum e vedrà che continuerà a riconoscere gli effetti positivi di cui si è già accorta. Cari saluti, O.N.Da – Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna.

27 Luglio 2011

TI POTREBBE ANCHE
INTERESSARE