GravidanzaPost Partuml'esperto risponde

Quando il problema è la coppia


D: Salve, ho avuto da 9 mesi una bambina. Il mio rapporto con il padre è stato sempre caratterizzato da alti e bassi da anni, poi sono rimasta incinta e sono stata io a volerla con tutta me stessa, lui era contrario. Siamo poi andati a vivere insieme, lui ha deciso di prendersi le sue responsabilità di padre e la mia gravidanza è andata bene nonostante le litigate. Poi è nata lei, e nonostante l’amore che provo per mia figlia ad oggi continuiamo a litigare perché sia a me che a lui ci manca l’aria, ci mancano i nostri spazi, ci sentiamo in galera e sopratutto non ci sopportiamo, ci sono litigate durissime e ad oggi ci siamo detti che cosa vogliamo fare perché così è davvero insostenibile. É vero io non sto bene, mi sento sola, lui è sempre a lavoro ed è super impegnato, io sono a casa e non lavoro sto sempre con la bambina anche x andare a fare la spesa, sono pesante con lui nonostante non voleva una famiglia. Lui è cambiato molto, io,sono perennemente insoddisfatta e triste. Con la bambina cerchiamo di non farle capire nulla, infatti è serena e tranquilla però con il padre non vedo futuro però ho tremendamente paura di perderlo e di ritrovarmi più sola di adesso. Vorrei il parere di un esperto.

R: Credo che sia molto importante che lei e il suo compagno vi confrontiate per parlare e decidere cosa entrambi volete fare, come state facendo in questo momeno. Esprimere le proprie emozioni e ascoltare quelle dell’altro é sempre molto utile per mantenere il benessere della coppia. Se peró, come lei dice, a volte fate fatica a parlare perché la rabbia e l’insoddisfazione fanno si che continuiate a litigare, é molto importante che vi rivolgiate ad uno psicologo, portando a lui le vostre difficoltá di coppia e chiedendogli aiuto. E’ infatti necessario che ritroviate un equilibrio personale e, qualora lo decidiate, anche di coppia. Questo é fondamentale per il benssere sia vostro ma anche di vostra figlia. I bambini, infatti, capiscono molto piú di quanto crediamo. Parlare con uno psicologo vi aiuterá a decidere cosa volete fare nel futuro, ovvero se volete continuare a essere coppia oppure no. Vi aiuterá inoltre a separare il ruolo di coppia da quello di genitori, ruolo che deve comunque essere sempre mantenuto e salvaguardato al di lá della condizione di coppia. Cari saluti. O.N.Da, Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna.

20 Maggio 2014

TI POTREBBE ANCHE
INTERESSARE