Post Partuml'esperto risponde

Sono spesso triste, mangio e ingrasso. Ho perso autostima.

D: Buonasera sono una mamma di 29 anni. Ho due bambini di un anno e mezzo e tre anni. Dopo la seconda gravidanza ho iniziato ad essere sempre triste, ero spesso sola, senza aiuti, in una casa che odiavo, senza un’auto e lontana dalla mia famiglia. Mi sentivo in una gabbia, mio marito non capiva il mio malessere e avevo una suocera vicino che invece di aiutarmi metteva zizzania nella mia casa. Questo fino ad aprile dell’anno scorso, quando ho detto basta, volevo riprendere in mano un po’ la mia vita, chi mi ama mi segue. Sono tornata a vivere nel mio paese di origine, poco distante da mia madre che mi aiuta con i bambini e mio marito ovviamente è molto cambiato e con il tempo siamo riusciti a sistemare il nostro matrimonio. Fatto sta che nonostante io stia meglio perché adesso posso permettermi di uscire a comprare il pane sotto casa (per far capire come ero imprigionata in una casa lontana da tutto, veramente non potevo mettere il naso fuori nemmeno per comprare il pane perché non c erano negozi vicini) da quando ero nella vecchia casa ho iniziato le abbuffate, fino a stare male. È orrendo è passato quasi un anno e non riesco a uscirne, anche se adesso ho iniziato la palestra e ammetto che sono di meno gli attacchi di fame nervosa. La mia tristezza continua e tutto ciò mi fa stare male, mi sento un peso per la mia famiglia, non mi sento una buona mamma perché non riesco a stare dietro a tutto, il rapporto con mio marito si sta ricostruendo ma se penso a tutti i litigi alle discussioni al veleno che ci siamo buttati addosso sto male, come se non riuscissi a buttarmi alle spalle tutta questa sofferenza, non sopporto nemmeno più la presenza di mia suocera, nemmeno il sentirla nominare perché non si è mai comportata né da mamma né da nonna anzi quando poteva ci creava anche problemi. Sono spesso triste e nei momenti di forte abbattimento penso alla morte, ma mi manca il coraggio perché penso ovviamente ai miei figli. Tutto ciò mi ha portato ad un aumento di peso che mi fa stare male con me stessa,non riesco più a stare a letto con mio marito, mi vergogno perfino di uscire, ho preso tutta la mia autostima. Sto proprio a fondo e non riesco ad uscirne.
R: Cara P., le tue parole trasmettono emozioni intense di notevole sofferenza. Probabilmente il concatenarsi continuo di situazioni non favorevoli, come il rimanere sola ed isolata dopo il parto, la lontanzanza dalla famiglia, il tuo “sentirti in gabbia”, può aver inciso negativamente su una condizione che già di per sè risulta estremamente vulnerabile, come il periodo del post partum. Quello che probabilmente si è verificato nel tuo caso, è stato un continuo accumulo di stress e afflizione che ha conseguentemente avuto una ripercussione somatica oltre che psichica. L’averci scritto implica il fatto che sei riuscita a riconoscere l’intensità della tua sofferenza, per questo motivo ti consiglierei di iniziare un percorso psicologico per permetterti di riappropriarti della tua identità come madre, come moglie, ma soprattutto come donna. E in aggiunta cerca di non far tacere i tuoi pensieri, ma di condividerli con i familiari a te più vicini. Cari saluti, Onda.

25 Maggio 2017

TI POTREBBE ANCHE
INTERESSARE